Nei giorni scorso su un giornale sportivo è comparso un articolo su come qualcuno vede il calcio sul territorio seriatese ai giorni nostri. Ci è sembrato opportuno rispondere per quanto sono le nostre idee di programmazione.

“Gentile Matteo,
leggiamo storcendo il naso l’articolo pubblicato giovedì 23 febbraio sul sito di Bergamo & Sport.
Già nel titolo il termine bassifondi rende l’idea di una non conoscenza profonda dello sport in Seriate.

Quello che è stato è stato bello. C’era l’Aurora Seriate, una realtà solida nata dall’oratorio con una storia di 40 anni, che ha scalato le categorie sino serie D. A Seriate ora si festeggiano i 50 anni di attività di Aurora. Dopo il progetto Virtus Bergamo, c’è una realtà ancor più forte, con una presenza sempre più profonda nel territorio seriatese.  C’è una realtà che ancora con maggior forza investe le proprie risorse sui giovani e giovanissimi. Noi abbiamo scelto di allenare ragazzi e bambini. Legare l’entusiasmo e la bontà del lavoro del calcio seriatese solamente alle vittorie delle prime squadre è riduttivo. Credere o voler far credere, che un progetto sportivo che parte dal settore giovanile e non dalla prima squadra, sia un modello senza futuro è un errore. Ci sono progetti e progetti. Noi abbiamo scelto di fare un percorso, quello a noi più congeniale, focalizzando la nostra attenzione sulla crescita dei giovani. Lavorare con i ragazzi in modo serio e prolifico richiede di investire sui tecnici ed istruttori formati e qualificati. Non andiamo al campo tanto per passare del tempo, non siamo sprovveduti.

Riteniamo l’articolo poco serio nei confronti di un movimento calcistico che conta 230 atleti. Ci saremmo aspettati magari un colpo di telefono dove ci venisse chiesto quali sono i nostri programmi futuri, le nostre manifestazioni, i nostri campi estivi, il Trofeo “Città di Seriate”. Magari ce ne sarà occasione in futuro. Questo sarebbe stato un articolo costruttivo che avrebbe dato l’idea di cosa sia il calcio a per Aurora Seriate.

Cordialità
Fabio Valecchi
Aurora Seriate 1967 asd”