Lunedì 5 marzo, presso gli impianti di Cologno al Serio è partita l’avventura in Nazionale per alcuni nostri tesserati. Il Centro Federale di Bergamo è il 5° in Lombardia ed uno dei 36 Centri Federali Territoriali dove i ragazzi si allenano sotto lo sguardo attento dei mister tra i quali figura anche il nostro allenatore Roberto Cortinovis

Dopo la cerimonia di inaugurazione del progetto, la parola dalla scrivania è passata al campo con la prima sgambata. Una prima fase di messa in moto e conoscenza generale, poi l’allenamento è iniziato a grandissima intensità con i ragazzi suddivisi su 5 stazioni: in una metà campo si è lavorato su tecnica/funzionale, performance, gioco di posizione e small side game, mentre in contemporanea sull’altra metà campo si giocava una partita a tema. I ragazzi hanno ruotato ogni 12 minuti su tutte le stazioni, cercando di mantenere sempre alto il livello di intensità e attenzione, componente che lo staff tecnico ha come priorità da stimolare negli atleti.

In questa fantastica avventura a rappresentare Aurora Seriate ed i colori rossoblù, oltre a mister Roberto ci sono Di Meo Gabriele GiovanniGibellini Mattia della categoria Esordienti 2005. 

Le parole di Gabriele al termine del ritiro:

“Ieri è stato il mio primo allenamento con la FIGC. Questa nuova esperienza è stata molto positiva sotto tutti i punti di vista, dai mister molto accoglienti e simpatici ai compagni molto socievoli sino agli esercizi, duri ma divertenti. Spero che questa nuova avventura mi aiuti a crescere, migliorare, realizzare il mio sogno e diventare un uomo migliore come detto dai mister”

Emozioni anche per Mattia:

“La nuova esperienza è stata bella ed emozionante, l’allenamento duro-intenso e ricco d’impegno. Gli allenatori e dirigenti cordiali e molto preparati. Indossare la maglia dell’Italia non capita tutti i giorni sono felice. Adoro correre e dare il massimo sui campi da calcio e ringrazio tutti di questa esperienza che mi servirà a crescere e diventare uomo”.

 
Gabriele e Mattia


Roberto

 

 

La chiusura va mister Roberto:

“Lunedì si è svolto in concomitanza dell’inaugurazione ufficiale, il primo allenamento presso il nuovo centro federale di Cologno al Serio. In un clima di eccitazione generale per vestire i colori azzurri, sono stati 50 i ragazzi e ragazze che hanno riempito il campo G. Facchetti. Per tutti è stato un pomeriggio di pura adrenalina, una prima volta dove abbiamo vestito la maglia della nazionale, consapevoli che sarà un percorso formativo importante, di crescita personale sia tecnica che relazionale”.

   

 

IL PROGETTO
Nell’ambito della valorizzazione e dello sviluppo del calcio giovanile, la Federazione Italiana Giuoco Calcio, attraverso il proprio Settore Giovanile e Scolastico ha avviato il programma relativo ai Centri Federali Territoriali: un progetto innovativo che sarà in grado di coinvolgere migliaia tra ragazzi e ragazze di tutto il Paese e creare una forte sinergia tra i tecnici e le società del territorio e la struttura federale.
I Centri Federali Territoriali intendono rappresentare il polo territoriale di eccellenza per la formazione tecnico-sportiva di giovani calciatori e calciatrici di età compresa tra i 12 e i 14 anni, al fine di definire un indirizzo formativo ed educativo centrale, avere un monitoraggio tecnico e sociale dell’intero territorio italiano, tutelare il talento dando corpo a un percorso tecnico-sportivo coordinato che supporti lo sviluppo delle potenzialità dei giovani.

Lunedì anche Bergamo, alla presenza dei vertici federali lombardi e delegati nazionali delle Figc, ha inaugurato il proprio centro federale presso la struttura G. Facchetti di Cologno al Serio, andando ad aggiungersi agli altri 36 centri già attivi su tutto il territorio nazionale.
Sono stati convocati circa 50 atleti, suddivisi tra under 13 maschile (categoria esordienti 2005) e under 15 femminile, coinvolgendo i migliori atleti di società non professionistiche di tutto il territorio provinciale. Da settembre entreranno a integrare la rosa altri 50 ragazzi (2006) portando a 100 il numero complessivo di atleti che tutti i lunedì si ritroveranno per una seduta di allenamento, che prevederà 4 sedute “a blocchi” dove la prerogativa è lavorare sull’intensità di gioco e di pensiero degli atleti, e un torneo in modalità “random” dove ciascun atleta giocherà più partite in modalità casuale sia per tipologia di partita (dal 5v5 al 9v9) sia per avere ogni volta compagni e avversari diversi.
I punteggi saranno individuali per ciascuna atleta in modo da valorizzare oltre alle doti singole la capacità di adattarsi a situazioni e contesti ogni volta diversi.

Lo staff è composto da 2 responsabili, uno organizzativo e uno tecnico, 3 istruttori, preparatore atletico, preparatore dei portieri, medico, fisioterapista e psicologo. Sia per gli atleti che per lo staff si tratta di un percorso formativo importante, un momento di crescita sia tecnica che relazionale, dove sarà importante sapersi mettere in gioco in un ambiente altamente innovativo e altresí stimolante.