Aurora Seriate – Oratorio Brusaporto 2-0
5′ st Capelli (A), 39′ Nonni (A)

Continua anche dopo la sosta la sicura marcia dei ragazzi rossoblù, bravi anche oggi a mantenere alto il ritmo di gara nonostante si giocasse su un campo ridotto a palude. Si parte con un quarto d’ora di ritardo a causa dei sopralluoghi dell’arbitro e dei capitani, ma si gioca.

Un primo tempo brutto, dove si registra una sola occasione con un timido tiro di Capelli che finisce alto senza impensierire l’estremo ospite. Per il resto poco da dire, non per colpa delle squadre che combattono su ogni pallone, ma per via del campo e della sfera, che decide autonomamente se rotolare su se stessa oppure fermarsi a bagnomaria in qualche pozza.

Nella ripresa la musica cambia grazie alla rete di Capelli al 5′, abile a trafiggere l’avversario dopo grandissimo lavoro di Nardozza bravo nella conquista della palla ed a servire al compagno una palla deliziosa e vogliosa di gonfiare la rete. Il vantaggio di casa è la chiave che rende la gara più viva. Subito gli ospiti in avanti impegnano Cantamesse bravo a distendersi e con la preziosa collaborazione di Esposito ad allontanare la minaccia, l’unica vera della gara per la compagine in rosso. Al 20′ gli ospiti trovano la via della rete del pareggio, prontamente annullato dal direttore di gara per netto fuorigioco. Alla mezz’ora Fezza si esibisce in discesa solitaria ma la conclusione dal limite si spegne tra le braccia del portiere avversario. Al 39′ Nonni decide di scrivere la parola fine all’incontro e ben servito da Passera su calcio di punizione, mette palla a terra di petto ed in diagonale fissa il 2-0 finale.

Una gara combattuta da entrambe le parti su un campo veramente pesante che ha mostrato ancora una volta il carattere della squadra come ormai accade da qualche giornata. Avanti così rossoblu! Forza Aurora!


Capitani ed arbitro al sopralluogo pre-gara