Sono state due settimane intense e ricche di tante emozioni. Due settimane dove come mai era successo nelle edizioni precedenti, le gradinate del Comunale erano gremite ed accese e grazie anche ai numerosi supporters lo spettacolo lo abbiamo vissuto anche sugli spalti. Anche sugli spalti, perché lo spettacolo quello vero è stato quello sul manto verde del campo.
In questi 10 giorni di gare abbiamo vissuto le stesse emozioni dei ragazzi, dirigenti e tecnici. Il primo goal, la prima parata, la corsa e la rincorsa. Un sorriso ed un pianto. La gioia e l’amarezza, ma in tutti i ragazzi abbiamo visto impegno, rispetto e tanta voglia di correre e divertirsi. E sotto questo aspetto abbiamo fatto centro. Trentadue squadre iscritte e tutte hanno giocato le stesse partite, gli stessi minuti. Volevamo un torneo dove tutti potessero giocare in egual modo e così è stato.
Poi ci sono le classifiche ma quelle servono per consegnare alla storia gli albo d’oro.

Ieri sera, il Comunale ha dato il saluto alla 4° edizione ed impaziente aspetta l’edizione prossima, quella del cinquantesimo. Davanti a noi abbiamo ancora un anno per programmare ed ideare qualcosa che renda ancora più bello il nostro Trofeo.

Ringraziare tutti i partecipanti, uno ad uno, è stato impossibile. A qualcuno abbiamo stretto la mano e regalato un sincero abbraccio di gratitudine. A chi non abbiamo raggiunto lo facciamo idealmente ma con il cuore ora.